Palio degli Asini

Palio degli Asini

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba

Spettacolo e tradizione al Palio degli Asini di Alba, Piemonte

All’alba dei primi giorni di ottobre, la città di Alba, nel cuore del Piemonte, si risveglia con uno spettacolo unico: il Palio degli Asini. Questa folle corsa di asini riunisce le nove contrade di Alba, che si sfidano a colpi di zelo per conquistare l’ambito drappo, il drappo del Palio. Questo evento, ricco di tradizioni, non è solo una gara, ma una celebrazione culturale della ricca storia di Alba e della sua affiatata comunità.

La data e il programma del Palio degli Asini

La prima domenica di ottobre è il momento clou del Palio degli Asini, che si svolge davanti alla maestosa Cattedrale di San Lorenzo, nel centro storico di Alba. Ma i festeggiamenti iniziano già sabato sera, quando le contrade si sfidano in costumi storici alla Rievocazione Storica. Si tratta di un’opera imponente, messa in scena da oltre 400 attori, che rievoca eventi storici e leggendari della vita medievale di Alba.

La domenica, prima della gara vera e propria, ha luogo l’assegnazione degli asini ai diversi quartieri. Questo atto è già un’anticipazione della prossima gara e segue vecchie tradizioni e rivalità uniche.

Il Palio vero e proprio è un evento gioioso organizzato nel pieno rispetto degli animali. L’arena si riempie di colori, costumi, allegria e tifosi entusiasti. Ci sono due manches e infine la finale, dove il vincitore si aggiudica l’ambito Drappo. Questo drappo è solitamente disegnato da un artista di fama e racconta la storia del Palio e delle contrade su pochi centimetri quadrati di tela.

Prima della gara si svolge un’imponente sfilata che inizia alle 14:00 e attraversa le strade della città. Il corteo parte da Piazza Michele Ferrero, percorre Corso Fratelli Bandiera e Corso Matteotti prima di raggiungere il Campo Palio.

 

Un festival per tutta la famiglia

Il Palio degli Asini non è solo un evento sportivo, ma anche una festa per tutta la famiglia. L’atmosfera è caratterizzata da un mix di tradizione, cultura e gioia. I quartieri di Alba sono coinvolti con entusiasmo e orgoglio nella loro storia e nei loro asini. L’evento è organizzato con grande impegno ed è un piacere assistere a questo spettacolo unico.

 

Uno sguardo al passato

Il Palio degli Asini non è solo una corsa, ma anche una finestra sul passato. La Rievocazione Storica del sabato sera permette ai visitatori di immergersi nel mondo medievale di Alba. I dettagliati costumi storici e le vivaci esposizioni fanno rivivere la storia e danno un’idea del passato di questa incantevole città.

 

Delizie culinarie e tradizioni locali

Durante il Palio degli Asini, i visitatori hanno anche l’opportunità di scoprire le deliziose tradizioni culinarie del Piemonte. Le numerose bancarelle di strada offrono un’infinità di specialità regionali, dai tartufi ai vini deliziosi. È l’occasione perfetta per stuzzicare le papille gustative ed esplorare la diversità della cucina piemontese.

 

Un’esperienza indimenticabile ad Alba

Da notare che il Palio degli Asini coincide con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Questa fiera è un altro evento eccezionale che ha reso la città di Alba famosa nella regione. Durante la vostra visita potrete quindi non solo assistere alle emozionanti corse degli asini, ma anche assaggiare e acquistare i preziosi tartufi bianchi della regione. È un’occasione per scoprire i tesori culinari del Piemonte partecipando ai festeggiamenti del Palio degli Asini.

Il Palio degli Asini di Alba, in Piemonte, è molto più di una semplice corsa di asini. È un’occasione per conoscere la ricca storia e la cultura di questa affascinante città e per immergersi nell’affiatata comunità dei quartieri. È uno spettacolo per tutta la famiglia, dove tradizione, divertimento e delizie culinarie sono in perfetta armonia. Il Palio degli Asini è un’esperienza indimenticabile che tocca il cuore dei visitatori e li mette in contatto con l’atmosfera unica di Alba. Preparatevi a vivere questo evento emozionante e a trascorrere una giornata indimenticabile ad Alba, in Piemonte.

Palio degli Asini, Alba, Piemonte

Nota importante: Disclaimer – Italien.events non è l’organizzatore degli eventi qui pubblicati e quindi non è responsabile per i cambiamenti di programma e la cancellazione dell’evento. La redazione di Italien.events si impegna sempre a fornire informazioni dettagliate e accurate. Tuttavia, è possibile che gli eventi siano cambiati e che questi non siano stati aggiornati tempestivamente. I dettagli esatti su date, orari e programmi possono essere richiesti direttamente all’organizzatore. Controllate anche il sito web o i social media dell’organizzatore per avere aggiornamenti prima di partire!

Foto: © CREDITI: GIORGIO PEROTTINO – GETTY IMAGES

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba: una festa per i buongustai

Alba, riconosciuta Città Creativa UNESCO per la Gastronomia, apre nuovamente le sue porte per il prestigioso 93° Festival Internazionale del Tartufo Bianco (Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba), uno dei principali eventi dell’alta cucina italiana.

Dal 7 ottobre al 3 dicembre 2023, un viaggio del gusto di nove settimane attende gli amanti dell'”oro bianco” delle Langhe. Tappa obbligata: il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba – Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, situato nel cuore del centro storico. Qui avrete la possibilità di degustare e acquistare i preziosi tartufi dei boschi di Langhe, Roero e Monferrato godendo di spettacolari spettacoli folkloristici.

Una serie di iniziative arricchiscono l’evento. In primo luogo, i cooking show, dove si possono assaggiare le creazioni gastronomiche di grandi chef italiani e internazionali, insieme a pregiati spumanti piemontesi.

Non mancano analisi sensoriali del tartufo, degustazioni dedicate ai grandi vini di Langhe, Monferrato e Roero, corsi di cucina al Castello di Roddi, laboratori per bambini e molto altro ancora.

E se tutto questo non bastasse per immergersi nella cultura dell’oro bianco delle Langhe, vi consigliamo una visita al Museo del Tartufo di Alba. Nelle 10 sale, il mondo del tartufo viene presentato in modo suggestivo attraverso 140 metri di illustrazioni grafiche tematiche, dispositivi multimediali e oltre 50 oggetti tematici.

Il Festival Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è una sintesi perfetta della cultura, del territorio e della cucina locale, nonché un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita.

La data dell’evento Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba: un’esperienza gastronomica di nove settimane

Dal 7 ottobre al 3 dicembre 2023, Alba diventerà la Mecca dei buongustai di tutto il mondo. Durante le nove settimane della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, i visitatori possono sperimentare il fascino del tartufo bianco in tutte le sue sfaccettature. Il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, situato nel cuore del centro storico di Alba, diventa il punto focale di questo festival culinario.

Il programma di supporto dell’evento Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba: l’indulgenza in molte forme

La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba offre un ampio programma di supporto per deliziare i sensi e stuzzicare il palato. Un punto di forza sono senza dubbio i cooking show, in cui rinomati chef italiani e internazionali presentano le loro creazioni culinarie. Questi piatti sono accompagnati da squisiti spumanti piemontesi che si integrano perfettamente con i sapori del tartufo bianco.

Per chi vuole approfondire il mondo del tartufo bianco, vengono offerte analisi sensoriali del tartufo. Qui potrete affinare i vostri sensi e scoprire le sfumature uniche di questa preziosa pianta. Anche gli amanti del vino avranno di che divertirsi, con degustazioni dedicate ai grandi vini di Langhe, Monferrato e Roero.

Per chi vuole cimentarsi in prima persona, vengono offerti corsi di cucina presso il pittoresco Castello di Roddi. Qui potrete imparare dagli esperti e affinare le vostre abilità culinarie scoprendo i segreti della cucina piemontese.

Anche i visitatori più giovani non vengono dimenticati. Ci sono laboratori speciali per bambini che possono esplorare giocosamente il mondo del tartufo. È un ottimo modo per far conoscere ai bambini i tesori culinari della regione e per risvegliare il loro interesse per le tradizioni e i sapori delle Langhe.

Altri eventi e manifestazioni intorno alla Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba:

Oltre all’evento principale, Alba offre anche alcuni eventi affascinanti che celebrano la ricca storia e cultura della regione. Ecco alcuni di questi eventi speciali:

Sabato 30 settembre 2023: Rievocazione Storica

Come anticipazione della corsa degli asini, il Palio degli Asini, le contrade si sfidano in costumi storici alla Rievocazione Storica il sabato sera. Questa tradizionale rievocazione storica in costume si svolge nell’arena del Palio in Piazza Risorgimento. Si tratta di un vero e proprio spettacolo teatrale messo in scena da oltre 400 interpreti che si alternano in gruppi per presentare episodi storici e leggendari che hanno caratterizzato la vita della popolazione medievale.

La giuria di esperti valuta i costumi, il periodo storico in cui si svolge la rappresentazione e l’impegno degli abitanti dei quartieri. Si tratta di un’esperienza emotiva che i visitatori ricorderanno a lungo.

Domenica 1 ottobre 2023: Palio degli Asini

La prima domenica di ottobre, intorno alla Cattedrale di San Lorenzo nel centro storico di Alba, si svolge il Palio degli Asini, una folle corsa di asini in cui i nove rioni della città si contendono il gonfalone.

In preparazione alla corsa degli asini, i rioni si sfideranno in costumi storici in un’altra Rievocazione Storica sabato sera. Si tratta anche di uno spettacolo teatrale messo in scena da oltre 400 interpreti.

La domenica precedente la gara, gli asini saranno assegnati ai quartieri. Questo atto è già un’anticipazione della gara vera e propria e si basa su vecchie tradizioni e rivalità uniche.

E poi arriva il Palio vero e proprio. È una giornata allegra, organizzata nel totale rispetto degli animali e in un’arena piena di colori, costumi, allegria e tifosi. Ci sono due manches e la finale. Il vincitore si aggiudica il drappo, che di solito è disegnato da un artista di fama e che indubbiamente cattura la storia del Palio e delle contrade in quei pochi centimetri di tela.

Prima della gara, alle 14:00, ci sarà una sfilata per le vie della città, con partenza da Piazza Michele Ferrero, poi lungo Corso Fratelli Bandiera, Corso Matteotti fino al Campo Palio.

Sabato, 14 e domenica, 15 ottobre 2023: Baccanale dei Borghi

Durante il Baccanale dei Borghi, i partecipanti saranno accolti in costumi d’epoca nel centro storico della città tra ispirazioni antiche, buon vino e buon cibo. Due giorni di rievocazioni storiche accompagnate e celebrate dai quartieri che hanno fatto la storia di Alba.

Attraverso le attività degli abitanti dei quartieri, si può sperimentare in prima persona come poteva essere la vita nell’Alba medievale e immergersi nell’atmosfera dell’antichità.

Questi eventi si integrano perfettamente con la Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba e offrono ai visitatori l’opportunità di approfondire l’affascinante cultura e la storia della regione. Sono un altro motivo per cui Alba è una tappa obbligata per tutti i buongustai e gli amanti della cultura.

Ulteriori informazioni: Il Museo del Tartufo di Alba

Se volete approfondire il mondo del tartufo bianco, vi consigliamo di visitare il Museo del Tartufo di Alba. Questo museo unico presenta l’affascinante storia e l’importanza del tartufo bianco nella regione in 10 sale.

Attraverso 140 metri di illustrazioni grafiche tematiche, dispositivi multimediali e oltre 50 oggetti tematici, i visitatori possono conoscere a fondo la cultura e la storia del tartufo. Qui non solo potrete imparare molto sull’importanza culinaria di questo prezioso fungo, ma anche capire il suo ruolo nella cultura e nell’economia della regione.

Il Museo del Tartufo di Alba è il complemento perfetto del Festival Internazionale del Tartufo Bianco e offre un’occasione unica per conoscere il patrimonio e il fascino di questo straordinario prodotto naturale.

In definitiva, la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è un’esperienza indimenticabile per chiunque voglia scoprire la ricca cultura, la deliziosa cucina e l’incomparabile bellezza delle Langhe e dei suoi tartufi bianchi. È un evento che arricchisce non solo il palato, ma anche i sensi e l’anima, avvicinando i visitatori a un pezzo di cultura e ospitalità italiana. Vi invitiamo a partecipare a questo festival unico e a vivere la magia del Tartufo Bianco d’Alba.

Tartufo, Fiera Internazionale Tartufo Bianco d'Alba, Piemonte

Nota importante: Disclaimer – Italien.events non è l’organizzatore degli eventi qui pubblicati e quindi non è responsabile per i cambiamenti di programma e la cancellazione dell’evento. La redazione di Italien.events si impegna sempre a fornire informazioni dettagliate e accurate. Tuttavia, è possibile che gli eventi siano cambiati e che questi non siano stati aggiornati tempestivamente. I dettagli esatti su date, orari e programmi possono essere richiesti direttamente all’organizzatore. Controllate anche il sito web o i social media dell’organizzatore per avere aggiornamenti prima di partire!

Foto: © CREDITI: GIORGIO PEROTTINO – GETTY IMAGES

Nitto ATP Finals

Nitto ATP Finals

Nitto ATP Finals Torino, Piemonte, Italia

Nitto ATP Finals 2023 a Torino

Un evento tennistico unico nel suo genere

Il mondo del tennis attende con ansia il culmine della stagione 2023: Le Nitto ATP Finals, il prestigioso torneo finale dell’ATP Tour, si svolgeranno ancora una volta nella pittoresca città di Torino, in Piemonte. Dal 12 al 19 novembre, la metropoli del nord Italia si trasformerà nell’epicentro dell’azione tennistica, dove i migliori tennisti maschi del mondo si sfideranno per conquistare l’ambito titolo. Le Nitto ATP Finals sono considerate uno degli eventi sportivi più importanti dell’anno, che promette partite spettacolari, intrattenimento eccellente e un’esperienza indimenticabile per gli appassionati di tennis di tutto il mondo.

Data e luogo di svolgimento:

Le Nitto ATP Finals 2023 si svolgeranno dal 12 al 19 novembre e segneranno il culmine di una stagione tennistica ricca di eventi. La sede è la splendida Pala Alpitour Arena di Torino. Con una capacità di oltre 15.000 spettatori, l’arena offre uno scenario impressionante per i migliori tennisti del mondo.

Procedura Nitto ATP Finals 2023:

Il torneo è composto da due gruppi, in cui si affrontano gli otto migliori giocatori di singolare e le otto migliori coppie di doppio della stagione. I partecipanti sono divisi in due gruppi che prendono il nome da famosi tennisti: il “Gruppo Federer” e il “Gruppo Nadal”. Ogni giocatore o coppia di doppio giocherà tre partite di round robin contro gli altri membri del gruppo nella fase a gironi. I migliori quattro giocatori o coppie di doppio di ogni gruppo si qualificano per le semifinali, che si giocano con un sistema a eliminazione diretta. I due vincitori delle semifinali si incontreranno infine nella grande finale per determinare il campione delle Nitto ATP Finals 2023.

I tennisti qualificati alle Nitto ATP Finals 2023:

  • Carlos Alcaraz
  • Novak Djokovic
  • Daniil Medvedev
  • Jannik Sinner

Programma degli eventi:

Le Nitto ATP Finals 2023 non offriranno agli appassionati di tennis solo partite mozzafiato, ma anche un vasto programma di eventi che li intratterranno per tutta la settimana.

  1. Cerimonia di apertura: la cerimonia di apertura del 12 novembre promette di essere un momento spettacolare. Con un mix di musica, spettacolo di luci e leggende del tennis che entrano sul Centre Court per dare ufficialmente il via al torneo, l’atmosfera nella Pala Alpitour Arena si riscalda fin dall’inizio.
  2. Fan Village: il Fan Village intorno all’arena offre ai visitatori l’opportunità di incontrarsi, mangiare, bere e acquistare souvenir sul tennis prima e dopo le partite. Sono previste anche numerose attività per i bambini, per ispirare la prossima generazione di tennisti.
  3. Cliniche di tennis: gli appassionati di tennis hanno l’opportunità di partecipare a cliniche di tennis con allenatori professionisti per migliorare le proprie capacità e ricevere consigli dai migliori.
  4. Gastronomia: Torino non è conosciuta solo per il suo tennis, ma anche per la sua eccellente cucina. I visitatori possono gustare la gastronomia italiana nei numerosi ristoranti e stand gastronomici all’interno e nei dintorni dell’arena.
  5. Eventi serali: Le Nitto ATP Finals non sono uno spettacolo solo di giorno, ma anche di notte. Vari eventi serali, tra cui feste per i giocatori e cene di gala esclusive, offrono l’opportunità di vedere da vicino le stelle del tennis e di godere di un’atmosfera unica.
  6. Giornata dei bambini: una giornata speciale è dedicata agli appassionati di tennis più giovani. Durante il “Kids Day”, i bambini hanno la possibilità di entrare in contatto con i loro idoli del tennis, raccogliere autografi e partecipare a divertenti attività.
  7. Weekend delle finali: il secondo fine settimana delle Nitto ATP Finals è il momento clou del torneo. Qui si svolgono le semifinali e la grande finale e l’emozione raggiunge il suo apice. È il momento che tutti aspettavano.
  8. Cerimonia di chiusura: dopo la finale, la settimana si concluderà con un’imponente cerimonia di chiusura. Qui vengono premiati i vincitori e il mondo del tennis saluta Torino con il botto.

Le Nitto ATP Finals non sono solo un evento sportivo, ma un festival per gli appassionati di tennis di tutte le età. L’atmosfera che si respira al Pala Alpitour Arena è elettrizzante quando i migliori giocatori del mondo si sfidano sul Centre Court. È l’occasione perfetta per vivere un’esperienza di tennis ai massimi livelli, scoprendo al contempo la bellezza e la cultura di Torino.

Biglietti Nitto ATP Finals 2023:

I biglietti per le Nitto ATP Finals 2023 sono molto richiesti e di solito vengono venduti in anticipo. Esistono diverse categorie, dai posti a sedere standard agli esclusivi pacchetti VIP. Si consiglia di visitare regolarmente il sito ufficiale del torneo per tenersi aggiornati sulla vendita dei biglietti e per acquistare in tempo gli ambiti biglietti.

Le Nitto ATP Finals 2023 di Torino promettono una settimana indimenticabile di tennis di livello mondiale, spettacolo ed emozioni. È un’occasione per vedere in azione i migliori giocatori del mondo, godendo della bellezza e della cultura di Torino. Gli appassionati di tennis non dovrebbero perdersi questo evento e assicurarsi i biglietti in tempo per partecipare a questo spettacolare evento sportivo. Le Nitto ATP Finals sono la conclusione perfetta della stagione tennistica e un evento da non perdere.

Nota importante: Disclaimer – Italien.events non è l’organizzatore degli eventi qui pubblicati e quindi non è responsabile per i cambiamenti di programma e la cancellazione dell’evento. La redazione di Italien.events si impegna sempre a fornire informazioni dettagliate e accurate. Tuttavia, è possibile che gli eventi siano cambiati e che questi non siano stati aggiornati tempestivamente. I dettagli esatti su date, orari e programmi possono essere richiesti direttamente all’organizzatore. Controllate anche il sito web o i social media dell’organizzatore per avere aggiornamenti prima di partire!

Foto: © Immagine da bess.hamiti@gmail.com su Pixabay

Battaglia delle Arance

Battaglia delle Arance

Battaglia delle Arance, Storico Carnevale di Ivrea, Piemont, Italien

 Der historische Karneval von Ivrea

Battaglia delle Arance – Die Schlacht der Orangen

Der historische Karneval von Ivrea ist eine der faszinierendsten und bekanntesten Karnevalsveranstaltungen in Italien. Das Highlight dieses Karnevals ist zweifelsohne die “Battaglia delle Arance”, die Schlacht der Orangen. Dieses spektakuläre Ereignis, das zusammen mit anderen historischen Veranstaltungen die Karnevalstage in Ivrea prägt, stellt ein beeindruckendes kulturelles und verspieltes Erbe dar und positioniert das Fest als eines der wichtigsten nationalen und internationalen Ereignisse.

Datum und Veranstaltungsort:

Die “Battaglia delle Arance” findet jedes Jahr während des historischen Karnevals von Ivrea statt. Dieser Karneval erstreckt sich über drei Tage, von Sonntag bis Dienstag, in der Woche vor Aschermittwoch. Das genaue Datum variiert von Jahr zu Jahr, abhängig vom Ostertermin, da der Karneval immer 40 Tage vor Ostern beginnt. Die Schlacht der Orangen spielt sich in den Straßen von Ivrea ab, insbesondere auf den Plätzen und in den engen Gassen der Stadt.

Das Veranstaltungsprogramm:

Die “Battaglia delle Arance” ist zweifelsohne das Herzstück des historischen Karnevals von Ivrea. Hier sind einige Höhepunkte und Details des Veranstaltungsprogramms:

  1. Die Orangen: Die Stadt Ivrea bereitet sich auf die Schlacht vor, indem sie ihre Gebäude mit Netzen und Holzplatten schützt. Die Plätze werden in den Farben der verschiedenen Teams bemalt, und die Einwohner kleiden sich festlich mit Fahnen und Bannern, die Ivrea in eine vergangene Zeit versetzen. Tausende Tonnen Orangen, hauptsächlich von Bauernhöfen in Kalabrien und Sizilien geliefert, werden für die Schlacht vorbereitet. Diese Orangen sind normalerweise nicht für den Verzehr bestimmt, sondern würden sonst auf Mülldeponien landen.
  2. Die Schlacht und die ungeschriebenen Ritterregeln: Während der Schlacht “Battaglia delle Arance” kämpfen neun Fußtruppen-Teams, die das aufständische Volk repräsentieren, gegen die Armeen des Feudalherrn. Die Feudalherren werden von Schützen auf von Pferden gezogenen Wagen repräsentiert, darunter Zweispänner und Vierspänner. Die Schützen auf den Wagen tragen Gesichtsmasken aus Leder und Brustpanzer, die an die alten Rüstungen des Feudalheers erinnern. Die Fußtruppen tragen Jacken und Hosen in den Farben ihres Teams.Obwohl Hände und Arme die schmerzhaftesten Ziele sind, sind blaue Augen bei den Fußtruppen keine Seltenheit. Sie werden stolz als Medaillen betrachtet, eine Auszeichnung für den Mut der Krieger. Ab Donnerstag vor Karneval müssen alle Teilnehmer den “Berretto Frigio” tragen, ein weiteres Symbol des Karnevals, das aus napoleonischer Zeit stammt. Wer dies nicht tut, wird von den Orangenwürfen der Fußtruppen und Wagenbesatzungen getroffen.

    Die Schlacht basiert auf ungeschriebenen ritterlichen Regeln, die von allen Teilnehmern geteilt werden. Diese Regeln gewährleisten die allgemeine Sicherheit (abgesehen von einigen blauen Augen) und halten den Wettbewerb auf dem Niveau eines echten sportlichen Wettkampfs. Am Ende gewinnt derjenige, der am besten wirft und die Orangen mit der größten Intensität trifft. Der Kampf zwischen Fußtruppen und Wagenbesatzungen nimmt oft den Charakter eines individuellen Duells an. Eine herzliche Umarmung und kollektiver Applaus beider Seiten besiegeln die wiedergefundene Freundschaft.

  3. Die Wertung: Es gibt ein bedeutendes Wertungssystem für die Schlacht, das zur Ermittlung des Siegerteams dient. Die Schiedsrichter, die gleichmäßig auf die verschiedenen Wagen aufgeteilt sind, bewerten die Teams nach folgenden Kriterien: 40% für den Kampfgeist des Teams, 30% für Fair Play und 30% für die beste Präsentation.
  4. Ein bisschen Geschichte: Ursprünglich wurden im Mittelalter Bohnen in der Schlacht verwendet. Es wird erzählt, dass der Feudalherr den ärmeren Familien zweimal im Jahr einen Topf Bohnen schenkte und diese, aus Verachtung, die Bohnen auf die Straßen warfen. Während des Karnevals wurden die gleichen Bohnen als scherzhafte Geschosse verwendet, um sie auf improvisierte Gegner zu werfen.Die Ursprünge der heutigen Schlacht liegen jedoch im 19. Jahrhundert, als junge Mädchen aus der Stadt die Gewohnheit entwickelten, von ihren Balkonen aus Orangen auf die Straße zu werfen, zusammen mit Konfetti, Blumen und anderen Dingen, um die Aufmerksamkeit junger Männer zu erregen. Kutschen antworteten scherzhaft, und nach und nach entwickelte sich die Geste des Geschenks zu einem Duell. Erst nach dem Zweiten Weltkrieg, mit der Gründung der ersten Fußtruppenmannschaft (Asso di Picche), erhielt die Schlacht “Battaglia delle Arance”die heutigen klaren Regeln, die von den ritterlichen Codes inspiriert sind. Die erste Schlacht fand im Jahr 1947 statt.

Der Countdown: Diesmal muss man dabei sein

Der Karneval von Ivrea ist für die Einwohner von Ivrea mehr als nur ein Moment der Flucht. Es ist eine Leidenschaft und eine alte Tradition, in der sie ihre Wurzeln wiederfinden und die gesamte Bürgerschaft in ein großes kollektives Ritual aus Teilen, Wettbewerb, Loyalität und Werten wie Freiheit (vor der Tyrannei) und Fruchtbarkeit (mit dem Verbrennen der “Scarli”) hineinziehen. Der Karneval ist im Grunde genommen eine Leidenschaft, die die Einwohner von Ivrea das ganze Jahr über erleben, wobei sich jeder einen Platz und eine Rolle in dieser großen kollektiven Inszenierung sucht.

Die Veranstaltung wird so leidenschaftlich wahrgenommen, dass sobald eine Ausgabe vorbei ist, der Countdown für die nächste beginnt. Diesmal muss man dabei sein.

Fazit: Die “Battaglia delle Arance” beim historischen Karneval von Ivrea ist ein einzigartiges und aufregendes Ereignis, das die reiche Kultur und die leidenschaftliche Tradition dieser Stadt in Norditalien widerspiegelt. Die Schlacht der Orangen ist nicht nur ein Karnevalsereignis, sondern auch eine Hommage an die Geschichte und die Werte, die die Einwohner von Ivrea so stolz bewahren. Es ist eine Erfahrung, die man nicht verpassen sollte, und ein Zeugnis für die Bedeutung des Karnevals von Ivrea in der italienischen Festkultur.

Video: Battaglia delle Arance – Storico Carnevale di Ivrea

Fotos: © Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea